24661
Image 0 - Vecchio Ospizio
Image 1 - Vecchio Ospizio
Image 2 - Vecchio Ospizio

Vecchio Ospizio

Il Gottardo è più di un lasciapassare. Nel corso dei secoli è stato chiamato il centro dell'Europa, l'ancora di salvezza o la roccia nel surf della storia mondiale. Il collegamento più breve tra nord e sud è utilizzato da migliaia di anni. L'ospitalità ha una lunga tradizione sul passo.

Già nell'XI secolo si dice che sulla cima del passo, con i suoi laghi di montagna, si trovava una cappella che offriva protezione ai viaggiatori in caso di tempesta. I muri delle fondamenta, rinvenuti durante gli scavi, indicano che è stato costruito in epoca carolingia o anche prima. L'arcivescovo di Milano consacrò poi la cappella a San Gottardo di Hildesheim nel 1230.

Poco dopo fu costruito un ospizio dove trovarono rifugio i numerosi pellegrini diretti a Roma e i viaggiatori. Fu menzionato per la prima volta in un documento del 1237, e dal 1685 l'ostello fu gestito da monaci cappuccini che, a causa del tempo estremo sul passo, ricevettero un permesso speciale per indossare le scarpe.

Ai viaggiatori senza soldi veniva dato alloggio, un pezzo di pane, formaggio e vino per fortificarsi; all'ora di pranzo c'era anche la zuppa. Le persone malate sono state curate fino a quando non hanno potuto continuare il loro viaggio. Si dice che ogni anno 4000 persone povere e indigenti siano state assistite nell'ospizio.

Dopo una storia movimentata - tra l'altro, l'edificio dovette essere ricostruito dopo la guerra tra russi e francesi all'inizio del XIX secolo - l'ospizio divenne proprietà del Canton Ticino.

Infine, il gruppo di edifici sul passo, che oltre all'ospizio comprende il vecchio deposito e l'Albergo San Gottardo, è stato acquistato dalla Fondazione Pro San Gottardo nel 1972. L'obiettivo della Fondazione era quello di "preservare gli edifici e il paesaggio del San Gottardo per le generazioni future come testimoni della storia nazionale ed espressione della libertà e dell'indipendenza della Svizzera".

La dimensione europea dell'ospizio

Nel frattempo, la Fondazione ha restaurato tutti gli edifici. Nel 1986 il vecchio deposito (Alte Sust) è stato trasformato in un museo con interventi di restauro, che oggi attira ogni anno migliaia di visitatori da tutto il mondo. Anche l'ospizio è stato salvato dal degrado. Nell'agosto 2010 ha iniziato a funzionare come hotel a tre stelle. Con le sue 13 camere e 28 posti letto, funge da filiale dell'Albergo San Gottardo.

Allo stesso tempo è stato incluso nella lista del patrimonio culturale europeo. Questa etichetta riconosce l'importanza di un monumento alla storia e alla cultura dell'Europa. L'ospizio è da centinaia di anni un simbolo del legame tra le culture del nord e del sud dell'Europa, è stato il motivo per il suo inserimento nell'elenco.

Insieme alla Cattedrale di San Pietro a Ginevra e al Castello di La Sarraz nel Cantone di Vaud, l'ospizio è uno dei primi tre siti in Svizzera a ricevere questo marchio.

Offerte per gruppi:
CHF 45.- (con colazione)

Partner Ticino Ticket

Pernottando in questa struttura hai diritto al Ticino Ticket e usufruisci liberamente dei mezzi pubblici per tutta la durata del tuo soggiorno. Al contempo puoi beneficiare di agevolazioni sugli impianti di risalita, sulle navigazioni e sulle principali attrattive turistiche del Ticino.  

Caratteristiche

  • DIMENSIONE Numero camere: 13, Numero di letti: 28
  • ASSOCIAZIONI E CATEGORIE GastroTicino , Hotelleriesuisse
  • POSIZIONE Tranquilla , Vista panoramica
  • SERVIZI Accettazione delle principali carte di credito , Bike Friendly , Ristorante
  • SPORT E BENESSERE Adatto per ciclisti
  • STRUTTURA Parcheggio pubblico
  • ATTREZZATURE Camere con WC , free Wi-Fi